Abbiamo 38 visitatori e nessun utente online


Racconti GialloFestival

Qui verranno pubblicati tutti i racconti pervenuti.
Il testo completo è visibile esclusivamente al comitato organizzatore
Per inviare il vostro racconto dovete essere registrati
Puoi registrarti qui

Ricordiamo a tutti gli autori che tutti i racconti devono essere ambientati in Italia

I racconti inviati non sono automaticamente pubblicati ma prima verificati dalla redazione. Pertanto non preoccupatevi se non vedete subito il racconto pubblicato.


Racconto n°
35

Ivan Catania
Note di vendetta

Sarah si mise a correre più veloce che poteva.  Pregava che il treno che vedeva in lontananza fermo ci stesse ancora qualche minuto, qualche secondo. Nemmeno. Solo il tempo di arrivare: le sembrava quasi di poterlo toccare.

Vide il treno che ripartiva. Era l’ultimo della giornata.

  • Letto : 5
Racconto n°
34
Ambientato in
Emilia - Romagna

Serena Severi
L’impiccato di Roncadello

In una calda mattina di Ferragosto, il Maresciallo Dallara viene chiamato per i rilievi di rito su un episodio di suicidio nella frazione di Roncadello. Il suo rarissimo buonumore viene però messo a dura prova dalle parole dell'amico Daniele Sini, medico dell'auto medicalizzata intervenuta sul posto, per cui qualcosa non quadra.

  • Letto : 21
Racconto n°
33
Genere

Marco Scaldini
Mistero fiorentino per Sherlock Holmes

La noia, come si sa, era la nemica principale del mio amico Sherlock Holmes. In un periodo in cui sembrava attanagliarlo in modo inesorabile decise di combatterla con un viaggio e poiché mi chiese di accompagnarlo mi concesse il privilegio di scegliere la meta, che per lui era indifferente.

  • Letto : 4
Racconto n°
32

Veronica Otto
COL VENTO FRA LE MANI

Ci sono due linee che comunicano il mio piccolo paese con la stazione centrale a Roma.Io sono su una di esse.
Guardo sfrecciare la luce come un filmino che scorre veloce attraverso i finestrini appannati del treno,mentre l'alba inghiotisce il cielo come sfondo.Mi concentro sul dondolio della folla,una danza sinfonica che anestetizza gli sguardi a prescindere della fretta nei corpi.

  • Letto : 5
Racconto n°
31
Ambientato in
Emilia - Romagna

Luciano Montorsi
L'ULTIMA CHIAMATA

L'Agente Scelto Vito Ferrante in genere sopportava, anche se di malavoglia, l'insolenza e le battute spesso volgari del suo collega. Non questa volta però; non dopo aver visto i resti di quel ragazzino sparsi sull'asfalto.

La volante su cui prestavano servizio era stata contattata dalla centrale verso le 8 di mattina:

“dovete recarvi in via Marinuzzi, sembra che abbiano investito una persona”.

  • Letto : 7
Racconto n°
30
Genere Il tempo migliore

Silvia90
Il tempo migliore

Leila lancia uno sguardo al suo migliore amico Nicolas, che le siede accanto, poi getta di nuovo uno sguardo verso la ragazza che è venuta a cercarla, che a suo dire ha fatto tanta fatica per trovarla e che, sempre a suo dire, voleva parlarle da tempo.

  • Letto : 6
Racconto n°
28
Genere Ambientato in
Piemonte
Microfoni spenti

Silvia90
Microfoni spenti

 

Mike Salènden è immerso nelle tenebre del suo salotto, in un appartamento affittato per lui, ristrutturato di recente, con pochi mobili ad assicurare il comfort ideale ai nuovi inquilini. È arrivato in città da poco, si è trasferito per un breve periodo, il motivo che ha spiegato a tutti è stato “per lavorare a nuovi servizi”.

  • Letto : 4
Racconto n°
29
Genere Ambientato in
Liguria
 CERCO      CASA.

Minett
CERCO CASA.

Cerco casa; un posto tranquillo senza pretese. Sono vecchia ormai e non desidero altro che poter finire i miei anni in santa pace. Dove abitavo prima era un buon posto, un ottimo posto. Purtroppo ho dovuto andarmene, per via di Grupione. Il fatto è che non mi è mai piaciuto dover fare lunghe discussioni, non sono il tipo di donna a cui piace questionare.

  • Letto : 13
Racconto n°
27
Genere La verità nascosta

MArco Scaldini
La verità nascosta

«Nome?»

«Carlo.»

«Cognome?»

«Lucarelli.»

  • Letto : 16
Racconto n°
26
Genere Ambientato in
Piemonte
CONOSCENZE   MOLTO   PERICOLOSE.

Minett
CONOSCENZE MOLTO PERICOLOSE.

Il commissario Camillo Roncaglione arrivò sul posto in tarda mattinata di lunedì; quando era giunta la chiamata era occupato ad analizzare con la sua assistente, l’agente scelto Lucia Bonatto, gli ultimi sviluppi delle indagini sugli ormai numerosi furti in appartamenti della sua zona di competenza. L’ormai cronica carenza di personale imponeva di dividersi i compiti; alla Centrale tutti faceva un po’ di tutto.

  • Letto : 9
Racconto n°
25
Genere Ambientato in
Piemonte
IN  MORTE  DEL  MIO CARO  AMICO  VANNI.

Minett
IN MORTE DEL MIO CARO AMICO VANNI.

Lo so, di questi tempi tutti si dicono ‘più aperti’, più comprensivi nei confronti di chi ci appare ‘diverso’.

Personalmente non do troppa fiducia ai molti discorsi  politically correct. Ancora tanti, troppi, più che accettare, si limitano a sopportare chi non corrisponde ai propri criteri di normalità. Lo so, per esperienza. 

  • Letto : 8
Racconto n°
24
Genere Ambientato in
Sicilia
L'UOMO CON LA CERNIERA

ORIGINALGIRL
L'UOMO CON LA CERNIERA


Questa era la seconda mattina che si svegliava con una sensazione angosciante al pene, come se una ventosa  sottopelle stesse risucchiandolo dall’interno del suo corpo, creando istanti di acuto dolore che inviavano al suo cervello dei black out temporanei. 

  • Letto : 39
Racconto n°
23
Genere Ambientato in
Lazio
Bombshell

Debora Silvestri
Bombshell

Un giovane commissario, una ristrutturazione edilizia, l'estate di Roma e una serie di attentati esplosivi.

  • Letto : 71
Racconto n°
22
Genere Ambientato in
Emilia - Romagna
nozze mortali

Juri Armani
nozze mortali

Un avvocato ha dei dubbi su uno sposino che muore d'infarto quando scopre di aver subito un furto in casa il giorno delle nozze. L'amico Pubblico Ministero lo aiuterà. L'unico aiuto che gli darà sarà quello di dargli la sicurezza per capire cosa c'è dietro a questa strana coincidenza.

  • Letto : 26
Racconto n°
21
Ambientato in
Piemonte

Mary Leone
Rose Rosse

 Mily si guardò allo specchio. Senza falsa modestia, era proprio bella, rimirò la scollatura che le scopriva l’attaccatura dei seni prorompenti, le braccia bianche e tornite, questa volta Gio sarebbe impazzito di desiderio prima di poterla toccare. Basta, era stanca delle sue solite chiacchiere.

  • Letto : 25
Racconto n°
20
Genere

Gioia Casale
VIA CIMITERO 17

Erano stati trovati dei resti umani.
Deve vedere la situazione con i suoi occhi per crederci, gli avevano detto, e adesso il commissario Caruso cercava di raggiungere il luogo indicato più in fretta che poteva. Resti umani in quel piccolo paese, roba da pazzi, sicuramente si erano sbagliati, saranno resti di qualche preda di caccia abbandonata e questi incompetenti assegnati al suo comando li hanno scambiati per altro, pensava.

  • Letto : 26
Racconto n°
19

Maria Fernanda Mancuso
Tiro al Piattello

Il prof Tasso guardò il banco vuoto di Alessio Depisis, un solitario quindicenne del quale era difficile sentire la voce, spesso e volentieri mobbizzato a causa della sua timidezza. Talmente magro che era spontaneo chiedersi se gli davano da mangiare. Sapeva che era il figlio di secondo letto di un noto avvocato, che abitava in una grande villa in pieno centro città e che la madre era una affermata stilista sempre in viaggio.

  • Letto : 26
Racconto n°
18
Ambientato in
Lazio

Anna Pasquini
Quelle fatali buone maniere

“Pronto? Polizia? Accorrete subito. Mia moglie…sono rincasato ora e…c’è sangue a terra, il suo corpo…vi prego venite subito in Via delle Ostriche 45”.

  • Letto : 22
Racconto n°
17
Ambientato in
Toscana

Marco Scaldini
Morte di una prostituta cinese

La ragazza cinese era seduta a cavalcioni sul culo nudo del cliente e gli stava massaggiando le spalle, quando le scappò un potente rutto. L’uomo ci era abituato, sapeva ormai per esperienza che, anche nei centri massaggio orientali che si davano un’aria di maggiore raffinatezza, non c’era da attendersi troppa eleganza da parte delle ragazze.

  • Letto : 26
Racconto n°
16
Genere

Marco Ernst
OGNI MALEDETTO ANNIVERSARIO

A casa avevano fatto un bel pranzo con tutto ciò che lui aveva scelto, i suoi piatti preferiti: vale a dire lasagne al forno e cotoletta impanata, poi avevano mangiato la torta e infine c’erano stati i regali: un mare di regali, proprio tutte le cose che lui desiderava, perché Tommaso era un bravo bambino e se lo meritava.

 

  • Letto : 29
Racconto n°
15
Genere

Ugo Criste
LA MISSIVA

La prima volta che trovò sotto il tergicristallo della sua autovettura quel foglietto di carta non gli diede molta importanza. Soprattutto dopo essersi accertato che non si trattava di una contravvenzione. Vi lesse un qualcosa, ma immaginandola comunicazione rivolta a persona diversa da lui e recapitata per errore, accartocciò il messaggio e lo gettò via.

  • Letto : 42
Racconto n°
14

Brunello Montagnese
Biografie

Un venerdì pomeriggio infatti ricevetti un pacco da parte della biblioteca, ero sorpreso, la biblioteca infatti non inviava libri a casa se non per espressa richiesta fatta di persona. Prendendo la busta dalla cassetta delle lettere lessi il nome del destinatario, si trattava di un certo Charles Bolwer che abitava secondo la busta dall'altra parte della città, capii che il postino aveva preso un grosso abbaglio.

  • Letto : 27
Racconto n°
13
Genere

Franco Bellandi
La bara di ghiaccio

   “ Negli anfratti di roccia del Roda de Vael, a quota 2180 mt. di altezza, è stato rinvenuto il corpo congelato, mummificato, di una donna. La locale stazione dei Carabinieri, con l’aiuto del reparto scientifico dell’Arma, hanno aperto le indagini per stabilirne l’identità e le cause della morte.”                               

Questa notizia apparve la prima volta sul quotidiano locale; in seguito, per la particolarità dell’evento, venne ripresa su tutti i giornali nazionali e su i telegiornali e  giornali Radio.

  • Letto : 27
Racconto n°
12
Genere

Franco Bellandi
Coma profondo

Gli amici uscirono dalla sala biliardo all’una e mezza di notte. Arrigo dovette subire gli sfottò degli altri, aveva perso tutte le partite e aveva dovuto pagare tutte le bevute. Arrigo era l’unico che aveva parcheggiato l’automobile sull’altro lato del viale; salutò gli amici e, mentre gli altri si recavano verso le loro vetture, attraversò la strada. Un tremendo stridio di freni, e dopo aver sbandato due o tre volte, la macchina nera  lo investì, in pieno

  • Letto : 33

  • Cookie
  • Privacy GDPR 2018
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GialloFestival è un progetto editoriale
Edizioni del Loggione srl - Damster edizioni
Sede legale: Via Paolo Ferrari 51/c  - 41121 - Modena - Italy
P.Iva e C.F.: 03675550366
Iscrizione Camera Commercio di Modena REA MO-408292